martedì 1 settembre 2020

Registrazione contratto preliminare di compravendita



Dal
31 agosto 2020, per la registrazione del contratto preliminare di compravendita, l'F23 va in pensione, infatti per tutti quei contratti preliminari da registrare successivi alla data del 31 agosto , sarà necessario utilizzare il modello F24 ordinario, utilizzando i seguenti codici:

COD. 1550 imposta fissa e anticipo su caparra confirmatoria.
codici tributo previsti dall’F23 marcati con le sigle 104T, 105T e 109T vengono sostituiti dal codice 1550 nell’F24.
COD. 1552 imposta di bollo
A differenza del modello F23, dove si può versare solo l’imposta di registro, con il modello F24 sarà consentito il pagamento delle marche da bollo attraverso il codice tributo 1552: non occorre più applicare sul contratto le marche “fisiche”, è sufficiente assolvere a quelle “digitali”.


Altri Codici:
COD. 1551 codice tributo per la sanzione sull'imposta di registro (ravvedimento)
COD. 1553 Eventuali sanzioni su imposta di bollo.
COD. 1554 codice tributo per gli interessi 

Come si compila il modello F24 ordinario e semplificato – Tributi Comunali

Per evitare di incorrere in eventuali sanzioni, sarà per tanto necessario procedere con il pagamento dell' F24 anticipatamente o alla stessa data della sottoscrizione del contratto preliminare di compravendita.

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

sabato 6 giugno 2020

Detrazione spese agenzia immobiliare 

Detrazione spese agenzia immobiliare nel modello 730/2020: istruzioni e documenti da conservare.

LEGGI COME FARE (QUI)

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

sabato 16 maggio 2020

Superbonus del 110% per cappotti termici, caldaie, sismabonus e fotovoltaico (il sole24ore)

La detrazione del 110% riguarderà anche le opere minori, purché abbinate agli interventi di efficientamento energetico


Super Bonus 110% - il sole 24 ore (clicca qui)

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

giovedì 14 maggio 2020

Affitto a riscatto (indicazioni di casa.it)


Il contratto d’affitto con riscatto che trattiamo in questa sede è quello previsto e disciplinato dall’art 23 del decreto legge n. 133/2014. La norma prevede di stipulare una sorta di contratto preliminare di vendita, con effetto prenotativo dell’acquisto fino a 10 anni,che contempla tra le varie condizioni, l’obbligo del venditore di concedere il godimento immediato dell’immobile al conduttore, con l’impegno da parte di quest’ultimo, di versare un canone mensile, il cui importo comprende il corrispettivo per la disponibilità del bene e un quota del prezzo finale di compravendita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO (CLICCA QUI)

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

martedì 12 maggio 2020

La tua opinione conta! SONDAGGIO

Per noi è sempre importante conoscere l'opinione degli utenti, a tal riguardo vi invito a darci una mano per migliorare, rispondendo ad alcune domande .


Il sondaggio è anonimo !
I vostri 5 minuti persi per la sua compilazione, per noi sono molto importanti!

Grazie a chi darà la sua opinione:




Visita il nostro sito internet: www.casaproject.it

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

domenica 10 maggio 2020

Questionario di Gradimento

AIUTACI A MIGLIORARE,  INVIACI UN TUO PARERE SULLA NOSTRA AGENZIA:

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO! (clicca qui)



Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

mercoledì 6 maggio 2020

Consap: cos'è, come richiederlo, requisiti e altre informazioni utili

Per Mutuo Consap si intende un tipo di finanziamento per l'acquisto della prima casa assistito dalla Consap - Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A, società in house del Ministero dell'Economia e delle finanze.

La Consap, per favorire l'accesso al credito da parte delle famiglie per l'acquisto della propria prima casa, ha infatti istituito il Fondo di Garanzia Prima Casa, strumento promosso mediante la legge di Stabilità 2014.

Istituito nel 2013 presso il MEF e gestito dalla Consap, Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A, il Fondo di Garanzia Prima Casa nel corso degli ultimi anni ha favorito l'accesso al credito a numerose famiglie in difficoltà, soprattutto under 35, per l'acquisto della loro abitazione.

Il Fondo Consap, dal suo effettivo avvio a gennaio 2015 ad oggi, ha permesso di erogare più di 90 mila mutui ipotecari, il 58% dei quali a millennials (giovani tra i 20 e i 35 anni), per un totale di oltre 10 miliardi di euro.

Il Fondo Garanzia Prima Casa Consap, si rivolge principalmente a:

giovani coppie (dove almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni);

single con figli minori;

giovani di età inferiore ai 35 anni precari;

conduttori di case popolari.

Per tutte queste categorie il cosiddetto mutuo Consap è previsto ad un tasso calmierato e, soprattutto, arriva a coprire il 50% della quota capitale, consentendo anche di ottenere mutui 100% del valore dell’immobile.

Si tratta dunque di uno strumento utilissimo per chi, come molte giovani e giovani coppie, non potendo contare su un contratto di lavoro stabile né sull'aiuto dei genitori, ha difficoltà a versare un acconto per l’acquisto della prima casa.

In realtà il mutuo Consap non pone limiti di età o di reddito all'aspirante mutuatario, né limiti di metratura sull'appartamento che si desidera acquistare.

Esistono infatti solo poche condizioniper poter accedere al Fondo di Garanzia Consap:

il mutuo non può superare i 250 mila euro

il richiedente non deve essere proprietario di nessun altro immobile ad uso abitativo, eccezion fatta per quelli acquistati per successione mortis causa

l'immobile deve essere in Italia e non può rientrare nelle categorie catastali A1, A8 e A9, cioè le dimore signorili e di lusso.

Mutuo Consap: come ottenerlo?

Dato il crescente interesse per questo tipo di finanziamento, anche l'elenco delle banche che aderiscono al Fondo Garanzia Prima Casa Consap, cresce di giorno in giorno.

Per conoscere Consap banche aderenti, basta consultare il sito dell'Abi - L’Associazione bancaria italiana - o quello della Consap.

Alcuni istituti bancari si sono specializzati proprio nel fare ottenere alla propria clientela un mutuo oltre l'80% con garanzia.
È il caso del mutuo Consap di Cariparmadel Gruppo Credit Agricole: Cariparma, con il suo Mutuo Consap che prevede la possibilità di finanziare il 95% del valore dell’immobile usufruendo delle garanzie concesse dal Fondo.

Una volta individuate la casa da comprare e la banca a cui richiedere il mutuo Consap, la procedura da seguire è molto semplice.

Utilizzando il modulo per la richiesta di accesso al Fondo di garanzia per la prima casa si presenta la domanda di accesso al Fondo Garanzia Prima Casaalla banca, che a sua volta lo trasmette alla Consap.

Una volta presentata la domanda, la Consap risponderà entro 20 giorni per comunicare l’eventuale ammissione della pratica all’istituto di credito, che a sua volta dovrà perfezionare l’iter comunicando entro 90 giornialla Consap se il mutuo è andato a buon fine oppure se non è stato erogato per motivi dipendenti dalla banca stessa.

La stessa procedura viene adottata anche per i mutui online.



Mutuo Consap: aggiornamenti 2019

Finalmente ad aprile 2019, dopo alcuni mesi di sospensione per esaurimento dei fondi, il Fondo di Garanzia Prima Casa è stato rifinanziato con 100 milioni di euro grazie al “Decreto Crescita” (art. 19, DL  30 aprile 2019 n. 34).

Purtroppo la dotazione del Fondo di Garanzia Prima Casa 2019 è stata dimezzata rispetto a quella degli anni precedenti, quando ammontava a 200 milioni di euro.

Ma la buona notizia è che i fondi non sono ancora esauriti, ed è possibile farne richiesta seguendo le procedure indicate sopra.

Fonte:
https://www.mutuisi.it/domande-frequenti/cos’è-il-mutuo-consap

www.mutuisi.it

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

lunedì 24 febbraio 2020

Dal 2 Marzo 2020 , sarà possibile registrare Atti tra Privati anche con F24

Dal 2 marzo 2020 per la registrazione degli atti privati si paga con Modello F24 a cura di Vincenzo D'Addo' 24/02/2020 Registrazione degli atti privati: dal 2 marzo 2020 si potrà pagare anche con Modello F24 e, dopo un periodo transitorio, dal 1° settembre 2020, non si potrà più utilizzare il Modello F23. I nuovi codici tributo vengono, quindi, istituiti per consentire il versamento delle somme dovute per la registrazione degli atti privati per effetto del provvedimento dell’Agenzia del 27 gennaio 2020, con il modello unificato di pagamento. Registrazione degli atti privati: nuovi codici tributo In particolare, a seguito dell’avvenuta estensione dell’uso del Modello F24 ai pagamenti per la registrazione degli atti privati, l’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 9/E del 20 febbraio 2020, ha istituito i seguenti codici tributo a decorrere dal 2 marzo 2020: 1550 denominato “ATTI PRIVATI – Imposta di registro” 1551 denominato “ATTI PRIVATI-Sanzione pecuniaria imposta di registro-Ravvedimento” 1552 denominato “ATTI PRIVATI – Imposta di bollo” 1553 denominato “ATTI PRIVATI – Sanzione imposta di bollo – Ravvedimento” 1554 denominato “ATTI PRIVATI – Interessi”. Peraltro, detti codici sono stati istituiti in attuazione del decreto MEF dell’8 novembre 2011 che ha previsto l’utilizzo del modello F24 per versamento delle somme dovute per la registrazione degli atti privati, a partire dal 2 marzo 2020. Tuttavia, fino al 31 agosto 2020, si potrà utilizzare anche il Modello F23 secondo le attuali modalità. A partire dal 1° settembre 2020, invece, i suddetti pagamenti dovranno essere eseguiti solo con F24. In sede di compilazione dell’ F24, i codici sono esposti nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, con l’indicazione nel campo “anno di riferimento” dell’anno di formazione dell’atto, nel formato “AAAA”. Inoltre sono stati appositamente ridenominati i seguenti codici tributo relativi agli avvisi di liquidazione emessi dalle Entrate: A196 ridenominato “ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – Imposta di registro – somme liquidate dall’ufficio” A197 ridenominato “ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – Sanzione Imposta di registro – somme liquidate dall’ufficio” A146 ridenominato “ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI Imposta di bollo – somme liquidate dall’ufficio” A148 ridenominato “ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI Sanzione Imposta di bollo – somme liquidate dall’ufficio” A151 ridenominato “ATTI PRIVATI – SUCCESSIONI – Tributi speciali e compensi – somme liquidate dall’ufficio” A152 ridenominato “ATTI PRIVATI – ATTI GIUDIZIARI – SUCCESSIONI – Interessi – somme liquidate dall’ufficio”. Le spese di notifica relative ai suddetti avvisi sono versate con il vigente codice tributo “9400 – spese di notifica per atti impositivi”. Nel modello F24 i suddetti codici tributo sono esposti nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, riportando, inoltre, nei campi specificatamente denominati, il “codice ufficio”, il “codice atto” e l’“anno di riferimento” (nel formato “AAAA”), indicati nell’atto emesso dall’ufficio.

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

Niente agevolazione “prima casa” per il secondo box pertinenziale Fisco oggi.it,


Niente agevolazione “prima casa” per il secondo box pertinenziale Fisco oggi.it, 20 Febbraio 2020 Il beneficio fiscale non può trovare applicazione nuovamente in caso di un ulteriore acquisto di un’unità classificata con la medesima categoria catastale di un’altra già acquisita L’acquisto di un secondo box collegato all’abitazione principale che ha usufruito dell’agevolazione “prima casa” non può beneficiare di tale “sconto” poiché è già stato utilizzato al momento dell’acquisto della prima pertinenza. Questo, in sintesi, il contenuto della risposta n. 66 del 20 febbraio 2020. La richiesta di chiarimenti arriva da un contribuente che è unico proprietario di due immobili nel medesimo Comune, ossia di un’abitazione di categoria A2 e di un’autorimessa di categoria C6 acquistati usufruendo delle agevolazioni “prima casa” (articolo 1, nota 2-bis della Tariffa, parte prima allegata al Dpr 131/1986). L’istante è in procinto di acquistare una seconda autorimessa (categoria C6), contigua e confinante con quella di sua proprietà e intende procedere alla fusione delle due unità immobiliari che hanno la medesima categoria catastale. Al riguardo il contribuente ritiene di poter usufruire nuovamente dell’agevolazione fiscale in quanto, a suo giudizio, questo è consentito in base alla nota 2-bis all'articolo 1 della tariffa allegata al Tur, “procedendo a fondere in un'unica unità immobiliare” L’Agenzia delle entrate non concorda con il contribuente. Innanzitutto, ricorda che l’articolo 1, comma 1, della Tariffa - parte prima- allegata al Tur, prevedendo l'applicazione dell'imposta di registro, tra l'altro, per gli "atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di beni immobili in genere", stabilisce che "Se il trasferimento ha per oggetto case di abitazione, ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8 e A9, ove ricorrano le condizioni di cui alla nota II-bis" l'imposta si applica con l'aliquota del 2%. Il comma 3 del medesimo articolo prevede che "le agevolazioni di cui al comma 1, spettano per l'acquisto, anche se con atto separato, delle pertinenze dell'immobile ", e stabilisce che "sono ricomprese tra le pertinenze, limitatamente ad una per ciascuna categoria, le unità immobiliari classificate o classificabili nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, che siano destinate a servizio della casa di abitazione oggetto dell'acquisto agevolato". A suffragio di tale ipotesi l’Agenzia ricorda il contenuto di alcuni documenti di prassi quali la circolare n. 19/2001 che chiarisce che se si tratta dell’acquisto di una pertinenza della casa di abitazione acquistata usufruendo dei benefici tributari "prima casa" e la pertinenza stessa è classificata o classificabile nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, l'agevolazione è ammessa limitatamente ad una sola pertinenza per ciascuna categoria; lo stesso argomento è stato ribadito successivamente dalla circolare n. 38/2005 e dalla risoluzione n. 139/2007. La motivazione che ha spinto il legislatore a limitare la portata dell'agevolazione a specifiche categorie catastali relative alle pertinenze, nasce dall’esigenza di evitare che il beneficio fiscale si possa applicare nuovamente in caso di un ulteriore acquisto di pertinenza classificata con la medesima categoria catastale di altra già acquistata, usufruendo dell'agevolazione "prima casa". Inoltre la verifica della sussistenza dei requisiti deve essere effettuata la momento della stipula dell’atto di acquisto. Nel caso in esame al momento dell’acquisto l’istante non possiede i requisiti previsti per usufruire dell’agevolazione “prima casa”, avendone già usufruito in sede di acquisto della “prima” pertinenza classificata C6.

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

venerdì 21 febbraio 2020

Responsabilità dell'agenzia immobiliare e del venditore, in caso di acquisto di immobili con abusi


https://www.edilizia.com/leggi-normative/acquisto-casa-abusiva-la-responsabilita-dellagenzia-immobiliare/

Casaproject Canegrate - Servizi Immobiliari Canegrate (MI) , via F. Corridoni n.5 ; 20010 Telefono: 0331.402168 ; Cell: 345.0493853 Post inserito da: Ruggeri Daniele - Agente Immobiliare C.C.I.A.A. di Milano

Calcolo valore Catastale immobile