giovedì 7 settembre 2017

Mercato immobiliare: riparte dopo 10 anni di crisi ?

Premessa : 

La possibile ripresa era attesa per il 2018 già da diversi anni , ora i dati sembrano consolidare questa teoria , anche se va detto , le grandi città hanno subito un calo minore rispetto alle piccole realtà , per tanto , a mio parere , nel 2018 aumenteranno certamente il numero di compravendite ma non i valori delle abitazioni , sopratutto per quegli immobili che maggiormente hanno subito un ribasso del proprio valore , fino ad oltre il 35%-40% rispetto ad un decennio fa .
Non illudiamoci di vedere la luce in fondo al tunnel , ma al limite tiriamo un sospiro di sollievo , perchè un'aumento, stimato ,nel numero di compravendite del 6,5% non è un' aumento da poco , i numeri aiutano anche a dare piu' fiducia alle persone e maggior speranza , ma ricordiamoci sempre , che in ogni statistica vi sono valori nettamente piu' alti , altri stabili e altri persino inferiori ai precedenti  , in virtù di questo la mia opinione  è che in grandi città come Milano e Roma per esempio , il numero di transazioni sarà ache superiore al 6,5% mentre in piccoli centri resterà stabile o poco piu' alto dello scorso anno e in alcuni casi , addirittura sarà inferiore all'anno precedente . I valori medi delle abitazioni sono diminuiti notevolmente , questo permette a potenziali acquirenti di avvicinarsi maggiormente agli standard richiesti dalle banche in fase di richiesta di un mutuo , per tanto è normale pensare che si possano avere maggiori compravendite .

Ad ogni modo consiglio di prendere i dati riportati nell’articolo sottostante con cautela e di restare sempre con i piedi ben saldi per terra .