giovedì 11 maggio 2017

Termini Vari - Agibilità

L'AGIBILITA' 

L'agibilità è una certificazione che viene rilasciata nel momento in cui un edificio rispetta tutti i requisiti di legge necessari per garantire alle persone di vivere in tutta sicurezza e in pieno comfort nei locali. Certificato di Agibilità . 




Come era e come è cambiato nel corso del tempo? 

Fino ad alcuni anni fa , l'agibilità era conosciuta come abitabilità, tale certificato è stato regolato da diverse leggi , dal 1934 con il testo unico delle leggi sanitarie sino ai giorni nostri con il testo unico in materia edilizia del 2001 che ha recentemente subito modificazioni. Il continuo modificarsi della normativa ha reso dell'agibilità uno degli argomenti piu' delicati e per certi versi piu' importanti da conoscere nel momento in cui si intende acquistare un'immobile. Tale certificato attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza , salubrità , igiene , risparmio energetico degli edifici e degli impianti in esso installati . il certificato di agibilità (abitabilità) , veniva rilasciato dal responsabile del corrispondente dell'ufficio del comune ove la costruzione veniva edificata , la domanda andava presentata allo sportello unico entro 15 giorni dall'ultimazione dei lavori di rifinitura allegando alla stessa una serie di ulteriori di documenti, quali ad esempio l'accatastamento dell'edificio, la dichiarazione di conformità dell'opera esguita rispetto al progetto precedentemente approvato , conformità degli impianti e negli ultimi anni l'attestato di prestazione energetica . Nel caso in cui nulla fosse obbiettato dal responsabile del procedimento, l'agibilità poteva essere rilasciata entro 30-60 giorni per silenzio assenso. Ovviamente la richiesta per essere approvata doveva essere completa di qualsivoglia documento necessario ai fini di legge. 

Come è cambiato con il Decreto Legislativo 222/2016? 

Con il Decreto Legislativo 222/2016, in vigore dall’11 dicembre 2016, si è provveduto ad eliminrare il certificato di agibilità nella sua forma cartacea. Per tanto non è più previsto il rilascio di un’apposita certificazione ma è sufficiente presentare allo Sportello Unico per l’Edilizia una Segnalazione Certificata corredata da tutta la documentazione nececessaria per poter considerare l'immobile "agibile". 

La domanda frequente: 
SI PUO VENDERE UN'IMMOBILE SPROVVISTO DI AGIBILITA'? 

In molti si chiedono se sia possibile vendere un'immobile privo di agibilità" , bene, la risposta è si , in linea di massima tutto puo' essere liberamente alienato , a condizione che chi acquista l'immobile sia ben informato sulla sua insussistenza . Nel caso in cui parte acquirente non sia stato esplicitamente informato dell' inesistenza del certificato di agibilità e non abbia accettato interamente questa condizione , il contratto preliminare puo' essere risolto richiedendo la caparra versata e richiedendo persino i danni . Per tanto è importantissimo indicare in fase di sottoscrizione del contratto preliminare che l'immobile in oggetto non possiede il certificato di agibilità e che per tanto non puo' essere utilizzato e adibito come immobile da utilizzarsi come abitazione , proprio perchè sprovvisto di agibilità . Le parti devono essere a conoscenza dell'inesistenza di tale certificato , devono sottoscrivere di conoscere la sua mancanza e devono dichiarare di voler comunque procedere con la compravendita . Se non è espressamente previsto , l'obbligo di provvedere alla richiesta di agibilità grava su parte venditrice , ma nessuno vieta che le parti si accordino in modo differente ed opposto. 
A seconda di quanto liberamente pattuito, concordato e accettato tra le parti , si potrà determinare il soggetto che provvederà a propria cura e spesa alla presentazione presso gli organi preposti di tutta la documentazione , necessaria , per richiedere e farsi rilasciare il certificato di agibilità . 

Il Mio Consiglio: 

In tutta onestà credo che il certificato di agibilità debba essere sempre e comunque prodotto dal venditore, sostenendo se necessario le spese per il suo rilascio , in modo da non creare alcun tipo di contrasto con parte acquirente , ne presente ne futuro . 
Per chi si appresta ad acquistare un'immobile , consiglio di verificare sin da subito la presenza di tale documento in modo da non incorrere in sorprese poco gradite successivamente e valutare con attenzione i passi da fare . 


Ruggeri Daniele 
Ag.Imm.re C.C.I.A.A -MI- 
Casaproject Canegrate 
www.casaproject.it

Calcolo valore Catastale immobile